La nostra visione

ITW esiste per mostrare e condividere Gesù, fare discepoli, formare degli istruttori e mandarle nel mondo a formare altri istruttori tramite le nostre avventure.

La nostra missione

Formare 30 guide …

  • che sono state attirate nella natura da Dio per…
  • ascoltare la Sua voce attraverso i momenti con Lui,..
  • vivere seguendo il dono di Dio di un nuovo cuore,…
  • e mettere in pratica la loro chiamata divina in quanto persone riscattate che si trovano in comunità con altre persone che a loro volta raggiungono altri.

Lo statuto della missione di ITW descrive e guida la visione generale e le attività quotidiane del ministerio. Lo statuto della missione è preso da Osea 2:14,15 e fa da cornice a tutto ciò che viene fatto a ITW. Crediamo che lo statuto della missione sia senza tempo e ispirato da Dio.

I valori principali

Essere trasformati a immagine di Gesù

Qual è lo scopo della vita? Perché Gesù ha dovuto morire sulla croce? Solo per perdonare I nostri peccati e portarci in Paradiso? Assolutamente no! Lui è venuto per darci la vita attraverso il perdono dei peccati e per liberarci dal potere del peccato, ma anche per entrare nei nostri cuori attraverso lo Spirito Santo e plasmare la Sua imagine dentro di noi. Essere un discepolo di Gesù significa imparare a pensare come Gesù, provare quello che ha provato Gesù, vivere come Gesù e sentirsi motivato dagli stessi desideri che hanno motivato Gesù nella sua vita. Come risultato, noi riflettiamo Dio verso Dio stesso, verso gli altri credenti nella comunità e verso il mondo (Romani 8:29, 2 Corinzi 3:18, 4:4, Colossesi 3:5-17).

Essere discepoli che fanno discepoli che fanno discepoli che a loro volta formano delle comunità (chiese)

Vivendo la nostra identità da discepolo, rispecchiamo Dio verso Dio stesso, verso altri credenti e verso il mondo. Diventa perciò naturale fare altri discepoli che trovano la propria identità in Gesù. Questi nuovi discepoli maturano e vivono la loro vita condividendola con altri che hanno come missione la gloria di Dio nella chiesa. Man mano che queste comunità crescono, esse si moltiplicano in modo naturale, formando nuove comunità o mandando discepoli in nuovi contesti per fare altri discepoli. (Romani 8:29, Matteo 28:19-20, 2 Timoteo 2:2)

Vivere in una comunità incentrata sul Vangelo con lo Spirito Santo come guida

Il Vangelo più di ogni altra cosa deve essere vissuto ogni momento di ogni giorno da ogni credente. Le conseguenze del Vangelo sono varie e, nella loro natura, molto pratiche. Il Vangelo ci fa diventare uno con Dio, ci dà vittoria su Satana, sul peccato e sulla morte, ci libera dall’essere schiavi degli idoli e ci trasforma in una comunità di sacerdoti che offrono la propria vita come sacrifici viventi per Gesù. Il Vangelo fa di noi delle creature nuove, con l’identità in Gesù, ci perdona da tutti nostri peccati così che anche noi possiamo perdonare gli altri e allontana da noi l’ira di Dio. Il Vangelo ci libera dal nostro debito con Dio e ci dà la forza di ubbidire a Gesù attraverso la grazia. Il Vangelo ci lava dal nostro peccato e dal peccato commesso contro di noi e ci rivela chi è Dio, così che possiamo riflettere Lui al mondo che ci circonda. Infine, ci fa il dono unico dello Spirito Santo come guida onnipotente, così che possiamo vivere come Gesù. (Zaccaria 4:6, Romani 1:16, 1 Corinzi 15:1-5)

Rischiare perché abbiamo fede nella potenza e nelle promesse di Dio

La nostra fede viene rafforzata quando rischiamo fidandoci della sua potenza e delle sue promesse e mentre crediamo che Lui ci renderà capaci di rischiare per Lui e ci proteggerà mentre lo facciamo. Infatti, il vero amore implica rischiare. Quando amiamo altri, rischiamo di essere feriti, respinti o traditi. Se desideriamo vivere la missione di Gesù, cioè amare Dio e amare gli altri, a volte dovremo rischiare. (Abbacuc 2:4, 2Corinzi 1:20, Colossesi 2:12)

Vivere una vita di pentimento che ci porta alla riconciliazione con Dio e con gli altri

Il pentimento è uno dei doni più grandi che Dio fa al suo popolo. Esso inizia quando lo Spirito convince il credente di peccato e lo porta a confessarlo davanti a Dio e davanti agli altri. Il vero pentimento significa anche che smettiamo di adorare i nostri falsi dei e i salvatori che ci fa comodo e ci voltiamo per adorare Gesù. Questo processo culmina quando restituiamo a tutti quelli coinvolti e offesi ciò che è stato loro rubato, non soltanto cose materiali, ma anche tempo, fiducia ecc., per poter ristabilire l’amore e la fiducia. (Giovanni 16:8, Giacomo 5:16, Atti 17:30, Luca 19:1-10, 2 Corinzi 5:16-21)

Seguire i desideri del cuore nuovo

Dio ci ha dato un cuore nuovo, che è pieno di desideri nuovi grazie al lavoro di rigenerazione dello Spirito Santo. Di conseguenza, la nostra nuova vita si lascia alle spalle i vecchi desideri per poter seguire I nuovi desideri che arrivano da Dio, desideri per pregare, leggere la Bibbia, desideri di umiltà, riconciliazione, seguendo la guida dello Spirito Santo e amando Dio e gli uni gli altri dal cuore. Man mano che impariamo a seguire questi desideri, avremo sempre meno interesse per continuare a seguire i desideri della carne. (Salmo 37:4, 2Cor 5:17, Efesini 4:23-24, Colossesi 3:9-10)

Vivere la chiamata di Dio come figli e figlie riscattate, cercando la  passione, i doni e i talenti che Dio vi ha dato e sviluppando il carattere

Dio è venuto per adottarci nella sua famiglia come figli e figlie redenti, cosi che possiamo vivere questa appartenenza spirituale nella nostra chiamata. Lui ci redime trasformando la nostra “valle di Akor”, le nostra abitudini peccaminose, in una porta di speranza per gli altri. Infine, la nostra chiamata è la nostra eredità, la situazione in cui passione, doni e talenti, insieme al nostro carattere, vengono in aiuto ai bisogni degli altri. (Osea 2:15, Romani 8:14-17, Galati 4:1-7, 1Cor 12, 2Timoteo 1:9)

Essere trasformati attraverso l’apprendimento pratico all’aperto

È bene studiare idee e concetti in teoria, ma il passo più importante nell’apprendimento avviene quando vengono esaminati per mezzo all’esperienza. Quando si esplora un idea o un concetto guardandolo, sperimentandolo e riflettendoci su, si può notare la differenza che quest’idea ha nella vita di una persona e come la stessa persona può applicare il concetto ad altre aree della sua vita. Quando Gesù insegnava, ha detto: “conoscerete la verità e la verità vi farà liberi.”(Giovanni 8:32). Quello che voleva dire era che nel momento in cui iniziamo a conoscere la verità sperimentandola, questa ci rende liberi. Questo succede in modo particolare durante le attività all’aperto, ed è il motivo per cui tutti i nostri insegnamenti arrivano durante o dopo aver sperimentato diverse prove e avventure. (Esodo 6:7, Giovanni 8:32, 15:1-11, 17:3)

Lottare per i cuori degli uomini

Noi amiamo e vogliamo formare tutti ma Dio ci ha dato l’incarico di investire nelle vite degli uomini. Tutti i problemi della nostra società derivano dal peccato, specialmente il peccato di omissione, cioè le persone trascurano fare quello per cui sono stati creati: amare Dio e le persone. Questo è particolarmente vero negli uomini. Dio ha creato Adamo come responsabile della terra, della sua famiglia e del mondo. Lui ha rinunciato alla sua responsabilità, in quanto non fece né disse nulla mentre Eva veniva tentata da Satana, seguendola poi nel peccato. Ci sforziamo di incoraggiare, sfidare ed equipaggiare gli uomini di prendere responsabilità per le loro vite, le loro famiglie, la loro chiesa e il loro mondo. (Genesi 1-3, Esodo 15:31, Corinzi 11:7)

Costruire matrimoni forti e veri da cui, di conseguenza, nasceranno e cresceranno famiglie forti

Lottando per conquistare il cuore l’uno dell’altro, noi uomini iniziamo a lottare per i cuori di mogli e figli. Ciò non ha come risultato matrimoni e famiglie perfette. Ma, man mano che Dio trasforma la guida della famiglia, le famiglie diventano più forti, hanno come fondamento Gesù e dei rapporti sinceri che guardano a Gesù come loro guida. (Efesini 5:21-30, 6:4, Colossesi 3:18-21, 1 Pietro 3:1-7)

Le componenti principali delle avventure

Le componenti principali di ITW servono per dare esempi concreti di come compiere la missione di Dio nel ministerio. Queste componenti sono incluse nei Principi della nostra missione. Noi di ITW crediamo che tali componenti mostrino il frutto del nostro credo nel cuore dello staff e dei partecipanti.

La trasformazione spirituale

Nella Bibbia assistiamo a oltre 100 esempi di vite trasformate in seguito a ben 117 avventure nella natura selvaggia, sia nel Vecchio che nel Nuovo Testamento. Abramo, Noè, Mosè, Elia, Davide, Giovanni Battista e Gesù, tutti hanno passato lunghi periodi in natura. ITW vuole seguire il modello biblico, per questo offre un approccio innovativo all’evangelizzazione, per una crescita spirituale esponenziale che attira altre persone verso la conoscenza più profonda di Gesù Cristo. Nella storia Dio ha usato il silenzio, la solitudine, la semplicità e la rivelazione della natura e dei suoi paesaggi per cambiare le vite.

Tutti I partecipanti avranno quotidianamente un “MTD” – Momento Tu e Dio – in cui saranno incoraggiati a sviluppare diverse pratiche spirituali, per esempio scrivere nel diario, studiare la Bibbia, riflettere e pregare. Gli studi biblici dei Quad, I momenti di adorazione e preghiera e conversazioni guidate si terranno di solito alla sera, attorno al fuoco.

Gli istruttori possono pianificare e guidare esperienze in solitaria che durano da 2 a 96 ore. Queste potrebbero essere occasioni per discernere, imparare oppure ricevere rivelazioni. Gli istruttori devono preparare molto attentamente i partecipanti prima di un periodo da soli e devono inoltre aiutarli a capire a fondo l’esperienza una volta finita. Ogni partecipante avrà un riparo, un posto al chiuso e un modo per entrare in contatto con l’istruttore.

La crescita della leadership

La natura costituisce un contesto ideale per maturare le abilità dei leader attraverso la formazione, l’esempio, l’osservazione, la valutazione e la pratica. Nelle nostre avventure si impara a sottomettersi agli istruttori, a sviluppare l’istinto dell’istruttore e  a migliorare le capacità di guidare un gruppo. I partecipanti imparano I punti fondamentali della leadership biblica e allo stesso tempo perfezionano competenze e abilità che li aiutano a servire gli altri raggiungendo così degli obiettivi comuni. ITW ha un ruolo strategico per lo sviluppo delle abilità bibliche dei partecipanti alle avventure. ITW insegna metodi e convinzioni su come esercitare la leadership ponendo l’accento su integrità e comunicazione. Gli istruttori aiutano ogni partecipante a identificare i propri doni e talenti come anche il  temperamento e le possibili debolezze, per poi guidarli, aiutandoli a sviluppare la loro capacità da guida e a comprendere i principi biblici della leadership.

Nelle avventure lunghe una settimana, i partecipanti devono lavorare insieme in squadre da due come Leaders del Giorno (LDG). Viene insegnato loro come leggere una mappa e ogni mattina prepareranno e presenteranno il piano del viaggio al resto del gruppo. Il piano del giorno include la distanza da percorrere, dislivello, possibili rischi, sorgenti d’acqua, stimando l’ora di partenza e d’arrivo e le pause di riposo. I LDG fanno da guida agli altri, incoraggiando l’uso di doni e talenti, così come la conoscenza e la saggezza all’interno del quad. A fine di ogni giornata, ogni LDG riceverà dei commenti dagli istruttori e dagli altri partecipanti.

Comunità autentiche

Cellulari, SMS, email, media e skype fanno credere alle persone di essere in contatto fra loro. Eppure, tale contatto è spesso superficiale e banale, e fa sì che la maggior parte della gente si senta isolata e sola. La cultura europea spinge all’individualismo, ma l’Iddio in tre persone ha creato le persone a Sua imagine affinché possano vivere all’interno di comunità vere. La maggior parte dei comandamenti dell’apostolo Paolo in greco antico è rivolta a un gruppo; si può dunque ubbidire completamente a Dio nel contesto di un gruppo o comunità. È in comunità che cresciamo spiritualmente, non da soli. Inoltre, si diventa una guida sana all’interno di una comunità, dove si può appunto fare da guida. Sempre in comunità le persone possono servire l’un l’altro, ricevere l’uno dall’altro, spronarsi a vicenda e servire quelli di fuori. Salomone diceva giustamente: “Il ferro affila il ferro”. ITW offre tante opportunità per staccarsi dalla tecnologia, lasciare da parte le facciate e sperimentare quello che può essere il nuovo look di una  comunità cristiana. Gli istruttori possono scegliere di includere in qualsiasi avventura delle attività che puntano alla crescita della comunità o di una squadra.

La formazione del carattere

Il carattere è più del semplice comportamento della persona, comprende anche i pensieri, le motivazioni e gli atteggiamenti. Le nostre avventure favoriscono l’apprendimento collettivo, la crescita spirituale e il metodo della leadership. Il contesto delle avventure richiede lasciarsi alle spalle un ambiente sicuro e perseverare nelle prove, superando sfide e autodisciplinarsi, affrontando le proprie paure – e ognuna di queste cose è uno strumento per plasmare la nostra dipendenza da Dio e la interdipendenza tra partecipanti e istruttori. Incontrare Dio e affrontare difficoltà sia individualmente che collettivamente porterà crescita nei rapporti, fiducia, intelligenza emozionale e integrità personale. La responsabilità reciproca è un punto centrale per formare il carattere e una leadership devota. Il carattere cristiano non si sforza di non peccare. La crescita di tale carattere consiste piuttosto nella consapevolezza della verità e nel crescere per capire i desideri di Dio dall’immagine di Cristo attraverso la vita degli altri. Le persone con un carattere forte vivono come esempi da seguire. Le nostre avventure sviluppano il carattere.

Acquisire abilità

ITW fornisce un’istruzione che include una vasta gamma di abilità e tecniche per vivere nella natura selvaggia. A seconda dello scopo e durata dell’avventura, I partecipanti potranno praticare escursionismo, arrampicata, alpinismo, principi e pratiche per non lasciare traccia (NLT), resistenza ad alta quota, nutrizione, preparazione dei cibi, igiene e altri aspetti. Tra le abilità più dure ci sono l’escursionismo, le tecniche base dell’arrampicata, assicurare una corda, padroneggiare tecniche di arrampicata, la calata in corda doppia, utilizzo dei materiali da arrampicata, arrampicata in fessura, in aderenza, autoassicurazione con piccozza, tecnica di arrampicata su ghiaccio con ramponi, discesa su neve, camminata in cordata su neve, alpinismo e pesca.

  • Preparare uno zaino
  • Cucinare usando forneletti a gas e il fuoco
  • Leggere una mappa utilizzando la bussola
  • Trovare una strada e individuare luoghi ideali per campeggiare
  • Mettere in pratica il principio biblico della custodia della creazione e di “non lasciare traccia”

Scegli la tua avventura